Menu categ negozi fatto con wp

Porto Innocenziano

 

 

Storia

L’idea di poter disporre di un porto che potesse fare da testa di ponte tra Civitavecchia e Gaeta, fu di Papa Innocenzo XII, quando ancora Cardinale Antonio Pignatelli nel 1696, si stava recando al conclave che lo avrebbe eletto Papa, approdò durante un fortunale sulla costa, i notabili e la gente del posto, gli esposero l’esigenza di avere un nuovo porto sicuro per la pesca che da sempre era stata la maggior risorsa del paese.

Pignatelli promise che l’avrebbe fatto se fosse diventato Papa. Mantenne la promessa. Vennero così incaricati due architetti per effettuare l’eventuale progetto: Fontana e Zinaghi (questi i loro nomi), consegnarono al Papa i lavori che però presentavano delle profonde discordanze tra di loro.

Il Fontana infatti, aveva progettato il restauro del porto neroniano, un accorciamento dei due moli lasciando la base interrata com’era, e la conservazione dell’antemurale, il tutto per una spesa di 25.000 scudi. Lo Zinaghi invece era decisamente indirizzato alla costruzione di un nuovo porto che prevedeva l’agganciamento di un nuovo molo alla sinistra di quello neroniano.

La spesa sarebbe stata inferiore: solo 15.000 scudi. Il progetto dello Zinaghi però, non convinse il Fontana che aveva intuito, valutando le correnti del luogo, un rapido insabbiamento del porto: nonostante fosse a conoscenza di ciò, il Fontana non informò il Papa che, basandola sua scelta sul criterio del risparmio, scelse ed approvò il lavoro del Zinaghi.

Questi, durante il corso dei lavori, si accorse dell’enorme errore che aveva fatto avendo la certezza che il porto, con quella posizione, veniva a formare un sacco per le arene, in quanto la corrente non aveva sbocchi. Ripiegò allora sul sistema degli antichi, che consisteva nella costruzione di un molo piegato a mezza luna senza pensare però alle ulteriori spese che avrebbe avuto.

Trovandosi “prigioniero” del suo stesso progetto, lo Zinaghi piantò tutto e, travestito da prete, si rifugiò nel Regno di Napoli dove si persero le sue tracce.

Toccò al Fontana, essendo architetto papalino, terminare i lavori, e questo costò alla Camera Apostolica una cifra superiore a quella prevista; una somma considerevole che ammontava a 230.000 scudi.

Con il passare degli anni, il Fontana e gli architetti del tempo, venivano ingaggiati dai pontefici del momento, dietro ingenti spese, a risolvere il problema dell’insabbiamento fino a che Anzio ebbe un nuovo porto, perfettamente efficiente e con una manutenzione annuale senz’altro di poco conto.

(di Valentina D’Ammando)

 

Dove si trova, come si raggiunge, orari di visita, parcheggi

Per chi proviene dalla Via Ardeatina giunti nei pressi della chiesa del S. Cuore, la strada diverrà a senso unico immettendosi su via Fanciulla d’Anzio, superate il Parco archeologico ed il Faro e continuate sempre diritti; attraverserete il centro della città fino a quando la strada terminerà in un grande piazzale dove potrete parcheggiare la vostra auto.

Per chi invece proviene dalla Nettunense o dalla Stazione FS converrà immettersi su Viale Severiano direzione Ostia e giunti all’incrocio nei pressi della chiesa del S. Cuore voltare a sinistra immettendosi su via Fanciulla D’Anzio continuando come detto sopra.

 

 

 

 

Fotogalleria del Porto Innocenziano

Anzio Live City Tour Porti

Articoli Correlati

Invia ad un Amico

Verifica Captcha
captcha image

Fai Una Domanda

Verifica Captcha
captcha image

TuttoAnzio.it

Benvenuti su TuttoAnzio.it il portale della città! Il modo migliore per scoprire la storia e le bellezze della città ma non solo... Scopri le migliori offerte commerciali di Anzio e dintorni: offerte speciali, omaggi, sconti, dove mangiare bene spendendo il giusto, dove fare la spesa al prezzo più basso possibile, ed ancora molto altro! Seguici anche su Facebook, clicca sul bottone "Mi Piace" ed entri nel nostro Club per essere sempre informato ed approfittare delle migliori offerte! Inoltre se vuoi ricevere direttamente le informazioni nella tua casella di posta, iscriviti alla nostra Newsletter!

Novità