Menu categ negozi fatto con wp

Anno 1378 d.C.

Veneziani e Genovesi si scontrano nelle acque al largo di Anzio
Nel mare di Nettuno, come riporta la storia ma per esattezza al largo dell’Arco Muto, si scontrano le forze navali dei Veneziani guidate da Vittor Pisani, forti di quattordici galee e quelle dei Genovesi che ne avevano soltanto dieci, guidati da Luigi Fieschi.

Queste ultime veleggiavano verso Levante, cariche di danaro, macchine da guerra, di balestrieri e soldati per recarsi all’assedio di Tonedo e per portare aiuti e rifornimenti agli assediati di questa città. I Genovesi, pur potendo evitare lo scontro con la fuga, cosa che forse sarebbe stata più auspicabile, visto il compito loro affidato, preferirono affrontare la battaglia che avvenne il 30 maggio.

 

Il combattimento tra Veneziani e Genovesi al largo di Anzio (Dipinto di Migliaccio)

Il combattimento tra Veneziani e Genovesi al largo di Anzio (Dipinto di Migliaccio)

 

Questa fin dall’inizio si dimostrò di grande difficoltà in quanto il mare in tempesta rendeva difficile le manovre e gli scogli vicini erano una minaccia per le imbarcazioni. Una delle Galee genovesi, trasportata dal vento andò a naufragare sugli scogli di capo d’Anzio, cinque altre vennero circondate dai Veneziani, il resto riuscì ad allontanarsi grazie alla tempesta.

Ben magro però fu il bottino dei vincitori in quanto riuscirono a catturare e depredare una soltanto delle navi catturate, questa era quella del comandante che fu mandato a Venezia e con lui 14 gentiluomini genovesi. Le altre quattro imbarcazioni per l’impossibilità di farle prigioniere e rimorchiarle in porto, furono incendiate. Di tutti gli equipaggi non si salvarono che ottocento uomini, cinquecento circa morirono nello scontro o annegati.

A proposito di questa battaglia è interessante riportare una nota segnalata dal Lombardi, nella quale si dice che: “nell’estate del 1847, due giovani anziani vollero far creder al Governo, di aver visto nel fare il bagno al largo dell’Arco Muto, una cassa piena di monete d’oro, che si pensò appartenere a questa imbarcazione, quando si cercò di ritrovarla non si riuscì più a localizzare il punto esatto”.

Questa notizia che può sembrare fantastica, ha forse dei fondamenti di verità come vedremo quando tratteremo del porto antico e dei resti di imbarcazioni affondate che vi si possono ancora vedere.

Ricerca

TuttoAnzio.it

Benvenuti su TuttoAnzio.it il portale della città! Il modo migliore per scoprire la storia e le bellezze della città ma non solo... Scopri le migliori offerte commerciali di Anzio e dintorni: offerte speciali, omaggi, sconti, dove mangiare bene spendendo il giusto, dove fare la spesa al prezzo più basso possibile, ed ancora molto altro! Seguici anche su Facebook, clicca sul bottone "Mi Piace" ed entri nel nostro Club per essere sempre informato ed approfittare delle migliori offerte! Inoltre se vuoi ricevere direttamente le informazioni nella tua casella di posta, iscriviti alla nostra Newsletter!

Novità